Il Principe, il Festival e la morte della canzone Italiana

26 02 2010

Anche quest anno si è tenuto il Festival di Sanremo, il Festival della Canzone Italiana, per eccellenza. Questa edizione è stata la 60esima, e come ogni anno è stata preceduta e seguita da polemiche. Inizialmente la canzone di Cristicchi che sembrava che avesse destato le ire della Bruni la quale avrebbe rinunciato, proprio per questo motivo, alla partecipazione. Poi la discussa canzone di Povia su Eluana Englaro, i grandi assenti (da Vasco a Ligabue) e come ultima chicca i compensi degli ospiti. Prima del Festival la partecipazione di Emanuele Filiberto era passata sottotraccia, visto che tutti sanno che il Principe sta cercando di avviare la propria carriera all’interno del mondo della televisione. L’ha fatto in passato, e lo farà pure in futuro, quindi perché non partecipare al Festival con una canzone scritta di suo pugno (o meglio: poesia trasformata in canzone) e magari rimanere sotto i riflettori?Così, difatti, ha fatto, ed è pure arrivato al secondo (insperato) posto. Le polemiche post Festival hanno riguardato una serie di argomenti: la classifica, la protesta dell’orchestra, il televoto, e chi più ne ha più ne metta. Procediamo con ordine:

La classifica lascia in effetti qualche dubbio: per il secondo anno non vince un cantante affermato, ma un ragazzino uscito da un talent show che magari ha più fan di un vecchio ed affermato cantante italiano. Da quando è stato introdotto il televoto non si capisce se a vincere sia la persona o la canzone, anche perché se stessimo attenti alle doti canore del Principe, bè allora il secondo posto certamente non lo meritava. Vero è che ha preso meno stecche di Toto Cotugno, ma per l’amor di Dio! vuoi non aver qualche cantante migliore in Italia?Infatti, i cantanti migliori in Italia ci sono, ma proprio perché il Festival non sempre premia la canzone migliore le celebrità fanno benissimo a non partecipare!A mio modo di vedere, la classifica non premia i più meritevoli. Sebbene apprezzi la canzone di Filiberto (pur non apprezzando le sue doti canore) che dà un po’ di patriottismo ad un’Italia che patriottica non è mai stata (e se lo dice uno che di patriottico ha davvero poco, vuol dir tutto!), non posso certo credere che Arisa o Malika Ayane non meritassero la medesima piazza!Ma questo si sà, sono gli scherzi del televoto.

Un televoto di per sé stupido che estende a tutti la possibilità di decretare il vincitore, anche se non tutti noi ce ne intendiamo di musica e potremmo dare un giudizio onesto. Io stesso, ad esempio, di musica conosco ben poco, e non sono in grado di dire chi tra una rosa di 20 concorrenti sia il più meritevole. Ragion per cui preferisco astenermi piuttosto che spendere inutilmente soldi. Già, i soldi…Proprio loro sono il movente della pazza idea del televoto!Infatti, da quando Sanremo ha smesso di attirare gli italiani, la Direzione Artistica ha pensato di aprire un televoto, giustificando l’idea con la volontà di rendere il “popolo sovrano e concorrere nella scelta del vincitore”. Al di là del fatto che usare parole che sono presenti nella nostra Costituzione mi pare quanto mai ridicolo, ribadisco che non sempre il popolo è in grado di fare la scelta giusta,e  che molto spesso nemmeno conosce i criteri coi quali poter votare Tizio e Caio. Motivo per cui sarebbe meglio che il vincitore lo decretasse una giuria di esperti in materia, in concerto (non è un gioco di parole!) con l’orchestra che sicuramente ha maggiore conoscenza degli argomenti musicali che non noi poveri spettatori. Ma così la Direzione non intascherebbe quei 2,8 milioni di Euro che ha intascato quest’anno (e poiché ogni messaggio costava circa 70 cent….), e poi ci sarebbe un calo vertiginoso negli ascolti!Se il popolo non può rendersi partecipe delle dinamiche attraverso le quali si premia il primo classificato, tanto vale non guardare il Festival!Come in passato.

Così si preferisce trascurare le persone competenti ed estendere a tutti la possibilità di votare il primo classificato, e concorrere al 50% alla votazione. Non al 5% o al 10, ma al 50%. Esattamente come la giuria. Se non è una mossa stupida questa….E’ chiaro che poi gli orchestranti si arrabbino e appallottino gli spartiti lanciandoli sul palco con fare divertito!Se loro devono essere paragonati a me che di musica non capisco un’acca, o agli altri milioni di italiani che come me di musica non capiscono un’acca e vanno a simpatie, che ci stanno a fare loro lì?Senza contare che poi se giustifichi la presenza del televoto, devi anche presupporre che i voti siano leggermente distorti da tutti quei furboni ed incapaci (musicalmente parlando) che acquistano i call center affinché possano vincere essi stessi. E così sembra che sia accaduto quest’anno visto che fino a 3 minuti dalla fine vinceva Pupo e poi magicamente i voti per Scanu si sono impennati!E chissà, magari è successo lo scorso anno, e sicuramente in tanti altri reality è successo. E tutto questo mi lascia un po’ perplesso perché se io fossi uno di quegli illusi che vota per ogni santa ragione, mi sentirei leggermente preso per il culo se poi il mio voto è naufragato in mezzo ad un mare di voti comprati!

Infine, capitolo Emanuele Filiberto. Nella prima serata il Principe è stato accolto con bordate di fischi da gente che nemmeno conosceva la canzone. A priori costoro l’hanno fischiato sonoramente, senza che ci fosse un motivo vero e proprio. Infatti, certi spettatori non potevano conoscere la canzone, e allora come mai hanno fischiato?La mia risposta tira in ballo quei pregiudizi che tutti noi abbiamo ma che ogni tanto magari cerchiamo di nascondere. Emanuele Filiberto è stato criticato pesantemente prima ancora che cantasse per il solo fatto di appartenere ai Savoia. Solo perché su di lui son state fatte ricadere le colpe della sua famiglia. A lui che cerca di costruirsi una carriera nella televisione, son giunti fischi che sapevano un po’ di una pace mai avvenuta fra la corona sabauda e lo Stato Italiano. Ma queste sono cavolate, e lui più volte ha ribadito di sentirsi più una persona comune che un principe, e che non vuole sostenere sulle proprie spalle l’intero peso della sua famiglia!L’ha detto in occasione del famoso risarcimento, per cui i giornalisti ancora lo tediano non ricordandosi che lui ha affermato all’infinito che si trattava di una cazzata, una stronzata, una minchiata (l’ha detto in tutti i modi) e che lui per primo ha cercato di porre rimedio ad un’infelice uscita di suo padre!Insomma, che c’entra lui con la politica o le questioni dinastiche?Ecco perché allora se è vero che lui vuole costruirsi una carriera in tv è bene che venga giudicato per le sue capacità o incapacità!Se merita che vada avanti, se no che torni a fare il Principe, tanto in televisione c’è gente anche peggiore di lui!

Quindi, pur essendo ben lungi dal definirmi monarchico, e pur sapendo che come cantante non è questo granché, avrei goduto se fosse arrivato primo, per vedere la faccia di quegli idioti che fischiano e criticano a priori orgogliosi dei propri pregiudizi. Forse la sua canzone non meritava una delle tre piazze, ma dato che i tre finalisti erano uno peggio dell’altro, speravo che vincesse lui (tanto il danno è fatto) proprio per poter rinfacciare alle migliaia di persone che ancora sguazzano nella loro ignoranza fatta di pregiudizi e visioni limitate, questa vittoria di una persona che entrata con umiltà e che di certo non ha preteso alcunché. Ad ogni modo, principe o non principe, quel che mi pare certo è che il Festival sta sempre di più spingendo il livello della canzone verso il basso. Vasco Rossi, Modugno, Mina, Battisti, niente di tutto ciò oggi!Con tutto rispetto, abbiamo Pupo, il principe, e qualche giovanotto fresco vincitore di qualche talent show. Oddio, se questi sono i tempi, che Dio ci salvi!Perché le potenzialità forse c’erano anche quest’anno, ma se poi le si annullano con televoti, call center, fischi, e una generale sottomissione al mercato, bè allora la canzone italiana è proprio spacciata. L’unica consolazione la trovo nel fatto che il vero vincitore del Festival non è mai il primo classificato, ma viene premiato dal popolo “sovrano” che acquista o scarica le canzoni. Speriamo che anche quest anno funzioni così!

Annunci

Azioni

Informazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: